Il Franchising

 

Il franchising, o affiliazione commerciale, è una formula di collaborazione tra imprenditori per la distribuzione di servizi e/o beni, indicata per chi vuole avviare una nuova impresa ma non vuole partire da zero, e preferisce affiliare la propria impresa ad un marchio già affermato. Il franchising è infatti un accordo di collaborazione che vede da una parte un’azienda con una formula commerciale consolidata (affiliante, o franchisor) e dall’altra una società o una persona fisica (affiliato, o franchisee) che aderisce a questa formula.

L’azienda madre, che può essere un produttore o un distributore di prodotti o servizi di una determinata marca od insegna, concede all’affiliato, in genere rivenditore indipendente, il diritto di commercializzare i propri prodotti e/o servizi utilizzando l’insegna dell’affiliante oltre ad assistenza tecnica e consulenza sui metodi di lavoro. In cambio l’affiliato si impegna a rispettare standard e modelli di gestione e produzione stabiliti dal franchisor. In genere, tutto questo viene offerto dall’affiliante all’affiliato tramite il pagamento di una percentuale sul fatturato (royalty) e/o una commissione di ingresso (fee) insieme al rispetto delle norme contrattuali che regolano il rapporto.

Il franchising consente all’ azienda madre l’indiscutibile vantaggio di avere una crescita più veloce rispetto ad uno sviluppo tradizionale. Infatti parte degli investimenti, l’eventuale scelta delle location, la gestione del personale e soprattutto parte del rischio di impresa si ripartiscono fra le due strutture (azienda madre e azienda figlia).

Il franchising è anche una soluzione che consente di derogare a normative antitrust che impongono limiti alla quota di mercato detenibile da una singola società, una distanza e un bacino di utenza minimo fra due punti vendita dello stesso comparto merceologico (della medesima società oppure di marchi differenti). Infatti, il negozio in franchising è proprietà di un soggetto differente dal marchio distributore, il quale in questo modo ottiene un maggiore numero di sbocchi sul mercato. I costi di struttura della filiale sono poi a carico dell’affiliato, con relativo vantaggio di risparmio per l’affiliante.

Il contratto di franchising o affiliazione commerciale è definito dall’art. 1 della legge n. 129/04, come quel contratto tra due soggetti giuridici economicamente indipendenti in base al quale una parte concede la disponibilità all’altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti d’autore, Know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale, inserendo l’affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi.

 

L’art. 1 della legge n. 129/2004 contiene le definizioni degli elementi essenziali del contratto di franchising. Viene, così, definito:

  • il Know-how come patrimonio segreto, sostanziale ed individuato di conoscenze pratiche non brevettate dell’affiliante;
  • il diritto d’ingresso (entrance fee) quale cifra fissa che l’affiliato versa al momento della stipula del contratto di franchising;
  • le royalties come una percentuale commisurata al giro d’affari o in quota fissa, periodicamente dovuta all’affiliante;
  • beni dell’affiliante: i beni prodotti dall’affiliante o secondo le sue istruzioni e contrassegnati dal nome dell’affiliante”.

Perchè affiliarsi

Il franchising ha diversi vantaggi:

  • L’imprenditore lavora in modo indipendente, ma non è solo.
  • Sistemi di Marketing e acquisizione di clienti a livello internazionale.
  • Osservazione centrale e permanente del mercato e sviluppo continuo di programmi di formazione e di concetti d’impresa
  • La possibilità di creare la propria società e non essere soltanto un imprenditore indipendente
  • Le società di franchising hanno molte più possibilità di riuscita degli imprenditori indipendent
  • Le società di franchising generano dei redditi molto più elevati delle società manageriali “classiche” ed i servizi proposti sono migliori
  • Un affare che lei può vendere o trasmettere ai suoi figli
  • Correrà meno rischi fondando una società – grazie a progetti imprenditoriali testati
  • Concentrarsi sui segmenti principali. Questo permette una gestione di società più efficiente
  • Marketing comune
  • Vantaggi economici – ad esempio attraverso acquisti comuni, sconti sulla quantità ed effetti di sinergia nella rete
  • Scambi di esperienze con gli esperti del proprio settore

Progetto

Ius et Domus si contraddistingue per praticità e semplificazione, in modo da offrire ai suoi clienti servizi completi, nel disbrigo pratiche amministrative.

Per questo motivo, ci prefissiamo l’obiettivo di diventare leader in breve tempo, grazie al progetto franchising,  il più economico e conveniente in circolazione.

Cosa offriamo 

  • arredamento completo chiavi in mano
  • 1 PC, 1 stampante multifunzione (fax/scanner/copia)
  • Software gestionale
  • prima fornitura materiale pubblicitario
  • insegna e cartellonistica interna ed esterna
  • affiancamento e assistenza amministrativa/fiscale
  • marchio “Ius et Domus”

In più, se hai già un’attività commerciale e vuoi incrementare il tuo fatturato?

Da oggi in promozione e per poco tempo puoi aprire il  franchising in modalità corner con soli €. 2000  iva esclusa. L’investimento comprende l’attivazione di tutti i servizi, concessione del marchio, materiale pubblicitario. Ideale per tabacchi,agenzie,associazioni,edicole,librerie,cartolerie,poste private ecc…

APPROFITTANE SUBITO !!!

Riepilogo:

  • Marchio: Ius et Domus
  • Settore: Agenzia Disbrigo Pratiche
  • Investimento iniziale minimo: € 4,500

In questo modo vi assicurate la concessione del nostro marchio, nella zona da voi scelta. Solo così potrete conoscere la nostra formula vincente ed entrare in contatto con veri professionisti ed esperti del settore

I costi

Una volta scelta la zona di proprio interesse nella quale voler avviare la propria agenzia, è necessario che il potenziale candidato effettui una serie di valutazioni e stime sull’attività che andrà a svolgere. Tramite uno studio di fattibilità è importante che si definisca la profittabilità del business progettato.
Come primo passo è necessario che il candidato determini la propria capacità iniziale di investimento ossia quantifichi con precisione il denaro a disposizione per il pieno avvio dell’attività, valutando sia il capitale di proprietà sia gli eventuali finanziamenti terzi. In quest’ultimo caso sarà necessario stimare l’onerosità del prestito e collocarla in un piano di rimborso allineato con i futuri introiti dell’attività.

L’investimento iniziale è costituito dall’acquisizione del marchio, l’ingresso nella rete franchising, l’arredamento dell’attività, mentre l’affitto dei locali è a cura del candidato.

L’affitto del locale:
I costi variano sulla base del contratto stipulato, incidono i fattori relativi:
• all’ampiezza dell’area scelta (25/35 mq.)
• alla localizzazione (preferibilmente in zone limitrofe ad Uffici Giudiziari)
• allo stato della costruzione

 

L’arredamento:
Il costo per l’arredamento del locale è funzione dell’ampiezza del locale scelto. E’ possibile stimare in media un investimento in mobili, pari ad €. 2.500,00 + IVA.

L’affiliazione al marchio:
Le spese per l’affiliazione al marchio si esauriscono esclusivamente nel pagamento della fee d’ingresso ed alla tassa per l’entrata nella rete distributiva del franchising.
La tassa di ingresso è fissata sulla base della notorietà e della forza di vendita del marchio ed è fissata ad €. 2.000,00 + IVA

Gli altri costi di affiliazione possono essere relativi:
• al prestito di garanzie, come avalli o fidejussioni,
• alla registrazione del contratto,
• alle trasferte dovute per il contatto e la formazione con la casa madre.

Contributo fisso:
Il contributo fisso sostituisce le Royalties. In questo caso il franchisor determina un canone fisso stabilito secondo la zona di apertura e l’esperienza dell’affiliato, a partire da  €. 400,00 + IVA

La pubblicità ed il marketing:
La campagna che precede il lancio dell’attività dell’affiliato ed è equamente suddivisa tra l’affiliato ed il franchisor.